Strutture pavimenti sopraelevati - Intec Sopraelevati

LA LIBERTA' E' DECISIVA
Specialmente nell’ambiente dove si vive o lavora. Quando la tecnologia evolve, lo fa sotto forma di collegamenti: reti informatiche, terminali video, connessioni con banche dati, telefoni e fax, impianti elettrici, idraulici e di climatizzazione.
Con i pavimenti sopraelevati InTec trovano la loro collocazione architettonica ideale: al di sotto di un sistema di pavimentazione tecnica sopraelevata composto da elementi modulari. Così gli allacciamenti sono rapidi e facilmente modificabili senza interventi murari. Il progettista può creare su misura lo spazio-ambiente senza vincoli. Così la libertà significa flessibilità.

INFO al  388.8515857   || PER PREVENTIVI  scrivere a info@intec-sopraelevati.com  ||  PER CATALOGHI  scrivere a cataloghi@intec-sopraelevati.com
Innovazione Tecnologica
Proponiamo due innovativi sistemi esclusivi:
GRENN , il primo pavimento sopraelevato per esterni, con finiture ceramiche e MONOTEC, sistema per interni che, grazie alla tecnologia del pannello bi-monolitico, vanta elevati requisiti tra cui la resistenza all'acqua.
InTec
INFO al  388.8515857   || PER PREVENTIVI  scrivere a info@intec-sopraelevati.com  ||  PER CATALOGHI  scrivere a cataloghi@intec-sopraelevati.com
LA LIBERTA' E' DECISIVA
Specialmente nell’ambiente dove si vive o lavora. Quando la tecnologia evolve, lo fa sotto forma di collegamenti: reti informatiche, terminali video, connessioni con banche dati, telefoni e fax, impianti elettrici, idraulici e di climatizzazione.
Con i pavimenti sopraelevati In.tec trovano la loro collocazione architettonica ideale: al di sotto di un sistema di pavimentazione tecnica sopraelevata composto da elementi modulari. Così gli allacciamenti sono rapidi e facilmente modificabili senza interventi murari. Il progettista può creare su misura lo spazio-ambiente senza vincoli.
Così la libertà significa flessibilità.
InTec
Vai ai contenuti
Pavimento sopraelevato
Le Strutture
SAS
Struttura SAS | Pavimento sopraelevatoLa struttura Sas è composta da colonnine in acciaio zincato e da traverse di collegamento. Le colonnine sono a loro volta formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1.5 mm, appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa dell'eventuale incollaggio. Viene accoppiata con un tubo laminato a freddo di misura 20 mm, sp. 2 mm di altezza variabile. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: elemento di appoggio formato da piastra di lamiera mm 90x90, sp. 2,5 mm, opportunamente sagomata al fine di ottenere l'aggancio delle traverse e delle guarnizioni. Viene accoppiata ad un tirante M16 di altezza variabile. Un dado con tacche antisvitamento consente la regolazione micrometrica dell'altezza finale. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa e ne è parte solidale tramite agganci rapidi.
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.
STS
Struttura STS | Pavimento sopraelevatoLa struttura STS è composta da colonnine in acciaio zincato e da traverse di collegamento. Le colonnine sono a loro volta formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1.5 mm, appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa dell'eventuale incollaggio. Viene accoppiata con un tubo laminato a freddo di misura 20 mm, sp. 2 mm di altezza variabile. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: elemento di appoggio formato da piastra di lamiera mm 90x90, sp. 2,5 mm, opportunamente sagomata al fine di ottenere l'aggancio delle traverse e delle guarnizioni. Viene accoppiata ad un tirante M16 di altezza variabile. Un dado con tacche antisvitamento consente la regolazione micrometrica dell'altezza finale. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa e ne è parte solidale tramite agganci rapidi.
Traversa: La traversa STS è una traversa di collegamento con profilo nervato a sezione Omega 27x18x0,9 mm e lunghezza variabile a seconda della lunghezza del pannello, con risvolto anti-taglio (antinfortunistico in base alla legge 626/494). Come le altre tipologie è ottenuta da lavorazione di pressopiegatura di lamiera sp. 0,9 mm al fine di realizzare un manufatto con caratteristiche di rigidità e precisione massime. L’accoppiamento della traversa con la testa avviene a scatto forzato e risulta quindi molto preciso anche senza l’utilizzo della vite di fissaggio che è comunque disponibile.
Tutte le traverse sono fornite con guarnizioni antistatiche autoadesive o in politene per la tenuta all’aria e l'insonorizzazione. L’utilizzo delle traverse consente una posa molto veloce.
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.
STR
Struttura STR | Pavimento sopraelevatoLa struttura STR è composta da colonnine in acciaio zincato e da traverse di collegamento.
Le colonnine sono a loro volta formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1.5 mm, appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa dell'eventuale incollaggio. Viene accoppiata con un tubo laminato a freddo di misura 20 mm, sp. 2 mm di altezza variabile. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: elemento di appoggio formato da piastra di lamiera mm 90x90, sp. 2,5 mm, opportunamente sagomata al fine di ottenere l'aggancio delle traverse e delle guarnizioni. Viene accoppiata ad un tirante M16 di altezza variabile. Un dado con tacche antisvitamento consente la regolazione micrometrica dell'altezza finale. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa e ne è parte solidale tramite agganci rapidi.
Traversa: La traversa STR è una traversa portante con profilo nervato a sezione Omega 27x38x0,9 mm e lunghezza variabile a seconda della lunghezza del pannello, con risvolto anti-taglio (antinfortunistico in base alla legge 626/494). Come le altre tipologie è ottenuta da lavorazione di pressopiegatura di lamiera sp. 0,9 mm al fine di realizzare un manufatto con caratteristiche di rigidità e precisione massime. L’accoppiamento della traversa con la testa avviene a scatto forzato e risulta quindi molto preciso anche senza l’utilizzo della vite di fissaggio che è comunque disponibile.
Tutte le traverse sono fornite con guarnizioni antistatiche autoadesive o in politene per la tenuta all’aria e l'insonorizzazione. L’utilizzo delle traverse consente una posa molto veloce.
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.
STO
Struttura STO| Pavimento sopraelevatoLa struttura STO è composta da colonnine in acciaio zincato e da traverse di collegamento. Le colonnine sono a loro volta formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1.5 mm, appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa dell'eventuale incollaggio. Viene accoppiata con un tubo laminato a freddo di misura 20 mm, sp. 2 mm di altezza variabile. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: elemento di appoggio formato da piastra di lamiera mm 90x90, sp. 2,5 mm, opportunamente sagomata al fine di ottenere l'aggancio delle traverse e delle guarnizioni. Viene accoppiata ad un tirante M16 di altezza variabile. Un dado con tacche antisvitamento consente la regolazione micrometrica dell'altezza finale. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa e ne è parte solidale tramite agganci rapidi.
Traversa: La traversa STO è una traversa portante con profilo nervato a sezione quadrata 25x25x1 mm e lunghezza variabile a seconda della lunghezza del pannello. E’ ottenuta da taglio inclinato e tranciatura di tubolare elettrosaldato. L’accoppiamento della traversa con la testa avviene con l’utilizzo di viti di fissaggio di diametro adeguato. Tutte le traverse sono con guarnizioni antistatiche autoadesive o in politene per la tenuta all’aria e l'insonorizzazione. L’utilizzo delle traverse consente una posa molto veloce.  
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.  
STC
Struttura STC | Pavimento sopraelevatoLa struttura STC è composta da colonnine in acciaio zincato e da traverse di collegamento. Le colonnine sono a loro volta formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1.5 mm, appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa dell'eventuale incollaggio. Viene accoppiata con un tubo laminato a freddo di misura 20 mm, sp. 2 mm di altezza variabile. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: La testa, elemento superiore della colonna è a quattro vie da 110x110 mm, di spessore 3 mm, con viti laterali M5x10 per il fissaggio delle traverse.
Traversa: La traversa STC è un profilo in acciaio zincato passante a sezione rettangolare 50x25x1 mm disponibile nelle lunghezze 2400 - 1800 - 550 mm, con guarnizioni antistatiche autoadesive e guarnizioni di testa in politene
conduttivo su richiesta.  
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.
Intec Locked
Struttura Locked | Pavimento sopraelevatoLa struttura InTec - Locked ha come caratteristica principale la connessione diretta fra la testa della colonnina e la superficie inferiore del pannello, garantendo così un accoppiamento stabile fra i pannelli e riducendo al minimo il disallineamento delle fughe. Questo tipo di struttura non prevede l'utilizzo di traverse di collegamento aumentando quindi lo spazio utile nel plenum.
Il sistema InTec - Locked rende stabile e monolitico il pavimento sopraelevato per tutto il tempo del suo utilizzo ed è in grado di assorbire i movimenti laterali anche in mancanza di elementi di contrasto contro facciate continue o giunti di dilatazione.
Le colonne sono formate da:
Base: elemento in appoggio alla soletta formato da piastra in lamiera Ø 95 mm e spessore 1,5 mm appositamente tranciata al fine di ottenere la rigidità necessaria e permettere un'ottima presa per un eventuale incollaggio. Tramite saldatura a filo viene applicato un tubo di altezza variabile, laminato a freddo, con l'inserimento di una bussola in nylon. La saldatura è eseguita in modo da rendere i due elementi perfettamente uniti. Una tacca antisvitamento permette l'accoppiamento con la testa.
Testa: elemento di appoggio formato da piastra di lamiera mm 90x90 sp. 2,5 mm opportunamente sagomata al fine di ottenere l'aggancio delle raverse e delle guarnizioni. La testa è dotata di n°4 perni equidistanti atti a ricevere la superficie inferiore del pannnello precedentemente forata. Alla testa viene successivamente accoppiato un tirante M16 di altezza variabile. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa. Un dado con tacche antisvitamento consente la regolazione micrometrica dell'altezza finale. Una guarnizione in politene antistatico o conduttivo completa la testa e ne è parte solidale tramite agganci rapidi. Per maggiore stabilità è previsto il fissaggio delle colonnine alla soletta con idoneo collante ad espansione reattivo.  
Misure nominali che possono subire variazioni minime causate dalle deformazioni meccaniche durante la lavorazione.
Sottopiedino Antivibrante
Sottopiedino antivribante
Sottopiedino antivibrante posizionato tra la base del supporto verticale ed il piano di appoggio con funzione
di riduzione del rumore da calpestio, attenuando le trasmissioni sonore della pavimentazione,. Il sistema
desolidarizzante è formato da dischetti di diametro 100 mm circa ed è composto da uno strato di polietilene
reticolato fisicamente, espanso a cellule chiuse ed accoppiato in modo solidale ad uno strato di gomma
con densità 5 kg/mc. Spessore totale: 10 mm circa.
Abbattimento acustico 14 dB, frequenza di risonanza 500/10= 170 Hz, rigidità dinamica 169 MN/mc.
Composizione: granulato di gomma legato con agente elastomerico poliuretanico vulcanizzato a freddo.
Created da ratatuia
InTec
By Latini Costantino p.iva 14741021001  
Torna ai contenuti